MENU
18 agosto 2017

LE VALIGIE SON DISFATTE! E I BURATTINI DI OTELLO INIZIANO AD AGGIRARSI NELLA NUOVA CASA DI CORTE TEGGE…

<<ECCIÚ!>>
Chi ha parlato???

La Fondazione Famiglia Sarzi ha preso ufficialmente casa dal primo di Agosto in Via Buozzi n°2 di Corte Tegge, sopra gli uffici di Telereggio!

Sono solo pochi giorni che ci siamo trasferiti e già capitano cose straordinarie! Dal piccolo ufficio provvisoriamente organizzato accanto all’ingresso del primo piano, da qualche tempo a questa parte, si avvertono infatti strani rumori… Quando il silenzio accompagna l’instancabile lavoro di catalogazione del grande patrimonio della Fondazione Sarzi, ecco che d’un tratto, si sente provenire dalle stanze vicine un piccolo tonfo, seguito da sottili scalpiccii. Gettando un occhio nella lunga sala a destra del corridoio, presto nuovo spazio espositivo dei Burattini di Otello Sarzi, tutto  pare in ordine. Solo un piccolo dettaglio nutre il mistero: i ganci del vecchio baule verde, dove ora ronfano indisturbati tutti i burattini della Commedia dell’Arte, si sono magicamente aperti…

Un episodio bizzarro è capitato poi la settimana scorsa. Mentre si chiacchierava allegramente di come organizzare lo spazio destinato al futuro laboratorio, le luci automatiche del corridoio si sono accese e spente d’improvviso, come se qualcuno vi fosse sgattaiolato veloce senza farsi vedere. Abbiamo messo piano piano il naso fuori dall’uscio per scovare il furfante, ma niente, tutto era di nuovo tranquillo. Una controllatina veloce al museo ci ha lasciato stupefatti! Il baule era socchiuso e dalla fessura spuntava un pezzo di stoffa a righe gialle e rosse, tanto simile alla veste di quel birbante di Sandrone… Ed eccolo lì infatti il malandrino! dentro il baule, accovacciato di spalle sul bordo, come i bambini quando, sorpresi ancora svegli dalla mamma la sera tardi, si affrettano a far finta di dormire, simulando un sonno profondo…

Insomma, ormai abbiamo smesso di preoccuparci di Sandrone e delle sue marachelle. Sappiamo in fondo che quello che sta accadendo è del tutto naturale: i Burattini di Otello si stanno annoiando dentro gli scatoloni e al più presto vogliono uscire per cominciare ad abitare la loro nuova casa in Corte Tegge. Qui lo spazio è tanto e ognuno potrà con comodo trovarsi il suo cantuccio colorato dove intrattenere i futuri ospiti, ci auguriamo sempre più numerosi!

Ad aiutare i Burattini di Otello nel loro trasloco oggi siamo in tanti: noi giovani leve del Servizio Civile, i membri del Consiglio di Amministrazione, gli storici collaboratori della Fondazione e nuovi artisti, tutti profondamente coinvolti nel rilancio delle grandi risorse che il teatro di Otello può offrire alla comunità, dai grandi ai piccini. La condivisione è il principio che nutre e dinamizza questa realtà culturale, le cui forti radici sono capaci di connettere tutte le piccole realtà del nostro ricco paese. I burattini, se infatti trovano grande radicamento nella realtà padano-emiliana fin dalla fine dell’Ottocento, sono presenti da secoli in tutta l’Italia, variando forme, accenti e caratteri a seconda del luogo di origine. Essi sono perciò, come già Otello aveva intuito, dei potenti strumenti sì per la satira e l’intrattenimento, ma anche per lo scambio e la conoscenza dell’altro. È proprio tenendo a mente questi valori che la nuova sede sta prendendo mano a mano forma, attraverso la creazione di tanti spazi dedicati alla condivisione: dal teatro con la baracca al pian terreno, alla piccola ma ricca biblioteca del primo piano; dal laboratorio ampio e colorato, alla grande sala luminosa che ospiterà presto il Museo. A tutti questi ambienti sono poi affiancati numerosi spazi, che ben si presteranno ad ospitare gli uffici e i laboratori di recupero e restauro del patrimonio di Otello, in buona parte conservato in un magazzino messo a disposizione dalla Provincia di Reggio Emilia.

Ora non ci resta che rimboccarci le maniche e proseguire il lavoro, cercando di giorno in giorno nuove potenzialità per questo luogo ricco di possibilità!

E chissà che Sandrone in una delle sue quotidiane marachelle non compaia all’improvviso per i corridoi di Telereggio… Dopotutto le sue birbonerie ci ricordano da vicino quell’Otello ragazzo, che da dietro la baracca passava all’anziano nonno Antonio, ormai cieco, i burattini sbagliati. Da chi lo ha animato per tanto tempo, il buon Sandrone deve aver preso qualche vizio… ma chi Otello lo porta nel cuore non è affatto disturbato dalle marachelle dei burattini… anzi ben vengano, insieme al sorriso e a un pizzico di magia, anche qui, nella nostra nuova casa a Corte Tegge!

Questo sito utilizza solo cookie tecnici propri e di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

PRIVACY Informativa ai sensi dell’Art. 13 del D.Lgs. 196/03 Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 - “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito denominato “Codice”), Fondazione Famiglia Sarzi è titolare dei suoi dati personali e in questa veste è tenuta a fornirle informazioni in merito all’utilizzo degli stessi. FINALITA' DEL TRATTAMENTO I dati personali da Lei forniti possono essere trattati per finalità statutarie, nonché di informazione delle attività promosse dalla Fondazione o in collaborazione con essa. Modalità di trattamento dei dati In relazione alle finalità descritte, i dati verranno trattati tramite strumenti cartacei, informatici e telematici dal titolare e/o dagli incaricati del trattamento nel rispetto della normativa sopra richiamata e comunque mediante strumenti idonei a garantire la loro sicurezza e riservatezza. La informiamo inoltre che i dati personali da Lei conferiti potranno essere oggetto di trattamento esclusivamente per le finalità connesse al raggiungimento degli scopi per i quali vengono richiesti. I Titolari del trattamento possono nominare come Responsabili del trattamento anche soggetti terzi nell’ambito di convenzioni o atti stipulati con i Titolari al fine del raggiungimento dei soli fini di cui sopra. In particolare, gli indirizzi e-mail o i contatti telefonici che verranno importati saranno utilizzati esclusivamente per informazioni legate agli spettacoli, per comunicazioni circa variazioni di data oppure ora di inizio. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto decreto, La informiamo quindi che i dati personali da Lei forniti potrebbero essere trattati per le seguenti finalità: •adempimenti di obblighi fiscali, amministrativi e contabili; •invio di materiale informativo da Lei richiesto; •informazioni circa variazioni di data oppure ora degli spettacoli; •altre connesse alle finalità precedentemente indicate. Decreto Legislativo n.196/2003, Art. 7 Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti 1.L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2.L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a.dell'origine dei dati personali; b.delle finalità e modalità del trattamento; c.della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d.degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2; e.dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. L'interessato ha diritto di ottenere: a.l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b.la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c.l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4.L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a.per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b.al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale TITOLARE DEL TRATTAMENTO Titolare del trattamento dei dati personali eventualmente trattati a seguito dell’utilizzo del portale internet è Fondazione Famiglia Sarzi, p.za Garibaldi 5 Bagnolo in Piano

Chiudi