MENU

FRANCESCO SARZI


Francesco Sarzi fu dei cinque figli di Antonio Sarzi quello che più di tutti portò avanti nel mestiere l’eredità paterna. Fu un grande Capocomico e nella sua compagnia passarono numerosi personaggi dello spettacolo, poi divenuti celebri. Francesco venne mandato a studiare in principio al seminario di Formigosa, ma capì ben presto che la sua vera passione era un’altra: il teatro d’attore. Il suo avviamento al teatro, di figura prima e di prosa poi, fu molto precoce, intorno ai sei o sette anni. Nel 1911 ebbe ufficialmente inizio la sua lunga carriera, animata da una forte passione, che mai lo abbandonò. Venne scritturato, come attore generico, nella compagnia di Sem Benelli, mentre studiava recitazione a Bologna, dove seguiva i corsi di Luigi Rasi. A Bologna Francesco imparò la dizione, il movimento e la gestualità teatrale, il gioco di maschera e l’interpretazione.

Nel 1913 lavorò con altre compagnie di prosa come quella di Teresa Mariani e dei fratelli Colombo. Sempre in quel periodo, costituì una compagnia dilettante con le sorelle, gli amici e il padre. Quello stesso anno partì poi per Messina, dove fece il servizio militare, ma ciò non gli impedì di continuare ad allestire spettacoli. Poco dopo però, a seguito di uno spiacevole evento, fu retrocesso a soldato e mandato a Tobruk, in Libia, dove rimase fino alla fine della guerra. Durante gli anni trascorsi in Africa, Francesco mise in scena sia spettacoli di burattini che di prosa, con l’aiuto di un gruppo di uomini dalle idee socialiste, Giuseppe Di Vittorio, Ercole Buco e Umberto Bianchi.

Questa sorta di apprendistato politico lo portò a partecipare alla fondazione del Partito Comunista d’Italia nel 1921 a Livorno. In seguito portò avanti con l’aiuto dei suoi familiari un’intensa attività politica antifascista. Sempre nel 1921 fondò la sua compagnia di prosa con la moglie Linda Bozzi, pur continuando l’attività di burattinaio, assai più redditizia. Con i burattini del padre iniziò ad allestire qualche spettacolo nella provincia di Mantova, dove conobbe la compagnia di attori degli Allegrini, con cui rimase in amicizia.

Rispetto a suo padre Antonio, il quale rimase per tutta la vita legato alla tradizione, coi burattini della Commedia dell’Arte, Francesco sperimentò nuove forme e contenuti, preoccupandosi più dell’aspetto gestuale, che della modulazione della voce nell’uso dei dialetti. Per tutta la vita egli utilizzò il teatro come strumento di satira ed espressione dei suoi ideali, affermando: “Mettevo sempre una parola per il comunista (…), ma nella prosa si dovevano seguire le commedie, mentre con i burattini era più facile…”.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici propri e di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

PRIVACY Informativa ai sensi dell’Art. 13 del D.Lgs. 196/03 Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 - “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito denominato “Codice”), Fondazione Famiglia Sarzi è titolare dei suoi dati personali e in questa veste è tenuta a fornirle informazioni in merito all’utilizzo degli stessi. FINALITA' DEL TRATTAMENTO I dati personali da Lei forniti possono essere trattati per finalità statutarie, nonché di informazione delle attività promosse dalla Fondazione o in collaborazione con essa. Modalità di trattamento dei dati In relazione alle finalità descritte, i dati verranno trattati tramite strumenti cartacei, informatici e telematici dal titolare e/o dagli incaricati del trattamento nel rispetto della normativa sopra richiamata e comunque mediante strumenti idonei a garantire la loro sicurezza e riservatezza. La informiamo inoltre che i dati personali da Lei conferiti potranno essere oggetto di trattamento esclusivamente per le finalità connesse al raggiungimento degli scopi per i quali vengono richiesti. I Titolari del trattamento possono nominare come Responsabili del trattamento anche soggetti terzi nell’ambito di convenzioni o atti stipulati con i Titolari al fine del raggiungimento dei soli fini di cui sopra. In particolare, gli indirizzi e-mail o i contatti telefonici che verranno importati saranno utilizzati esclusivamente per informazioni legate agli spettacoli, per comunicazioni circa variazioni di data oppure ora di inizio. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto decreto, La informiamo quindi che i dati personali da Lei forniti potrebbero essere trattati per le seguenti finalità: •adempimenti di obblighi fiscali, amministrativi e contabili; •invio di materiale informativo da Lei richiesto; •informazioni circa variazioni di data oppure ora degli spettacoli; •altre connesse alle finalità precedentemente indicate. Decreto Legislativo n.196/2003, Art. 7 Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti 1.L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2.L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a.dell'origine dei dati personali; b.delle finalità e modalità del trattamento; c.della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d.degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2; e.dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. L'interessato ha diritto di ottenere: a.l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b.la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c.l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4.L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a.per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b.al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale TITOLARE DEL TRATTAMENTO Titolare del trattamento dei dati personali eventualmente trattati a seguito dell’utilizzo del portale internet è Fondazione Famiglia Sarzi, p.za Garibaldi 5 Bagnolo in Piano

Chiudi